CRUNA

  • •Aumenta dimensione caratteri•
  • •Dimensione caratteri predefinita•
  • •Diminuisci dimensione caratteri•
CRUNA | NOTIZIE | Lavori alle condotta idrica: venerdì scuole chiuse a Recale, Casapulla e Casagiove

Lavori alle condotta idrica: venerdì scuole chiuse a Recale, Casapulla e Casagiove

•Valutazione attuale•: / 1
•Scarso••Ottimo• 

recale, scuola Giovanni IIIRUBINETTI di nuovo a secco. Il cantiere per lo spostamento della condotta adduttrice del sistema idrico metropolitano della Provincia continua a tormentare le città di Casagiove, Casapulla, Recale e, in  minima parte, San Nicola La Strada. Al momento, sembra esente da disagi il Comune di Caserta, ma nelle prossime ore si saprà di più. Dalle 18 di domani e fino alle 24 di sabato un’area urbana di quasi 40mila abitanti dovrà ricorrere agli autoclavi domestici o ritirare fuori dalle cantine e dai garage taniche, boccioni e tinelli. Nemmeno stavolta si segnalano misure particolari per contenere l’emergenza: le amministrazioni faranno ricorso al buonsenso e allo spirito di adattamento dei cittadini. I problemi, però, perlopiù di natura organizzativa, si avvertiranno soprattutto nelle famiglie dove lavorano entrambi i genitori: nei Comuni interessanti, infatti, tranne che a San Nicola, le scuole resteranno chiuse. Il primo a firmare l’ordinanza è stato il sindaco di Casagiove Elpidio Russo. Lo seguiranno a ruota stamattina i colleghi di Casapulla, Michele Sarogni, e di Recale, Patrizia Vestini. Appena lambita dagli effetti dei lavori sarà, invece, San Nicola La Strada: fontane serrate, stando alle prime informazioni avute dalla Regione, soltanto nella zona di via Dei Mille. Il sindaco Vito Marotta, pertanto, non ordinerà la chiusura delle scuole e le attività didattiche nei vari plessi della città «scorreranno» come sempre. Come è accaduto nello stop all’erogazione dell’11 novembre, gli uffici pubblici cercheranno di limitari le ripercussioni sui cittadini. Porte aperte al presidio Asl di piazza Degli Eroi, a Casagiove: i dipendenti, pur di non interrompere il servizio, si attrezzeranno con dei contenitori. Rimarranno aperti sia gli uffici amministrativi che gli ambulatori, che garantiranno le visite cardiologiche e quelle ginecologiche urgenti. Stesso discorso varrà alla guardia medica, sia di Casagiove che di San Nicola. Tutti i sindaci sono della convinzione che anche i municipi non potranno fermarsi, così da poter fornire informazioni e assistenza alle comunità. Il lento svuotamento della condotta dovrebbe assicurare acqua, in alcuni casi, fino a tutta la notte di giovedì. Qualche sofferenza in più si potrebbe registrare venerdì, mitigata, tuttavia, dal preavviso diramato dal Dipartimento della salute di Palazzo Santa Lucia, che spingerà tutti a fare incetta di liquidi.
cl.lo.

•Commenti•

Per commentare questo articolo devi registrarti
 

cerca nel sito


visite oggi:0
ultimo mese:0
totale visite:0

Altro sull'argomento...


meno rifiuti più benesere
•Banner•
•Banner•