CRUNA

  • •Aumenta dimensione caratteri•
  • •Dimensione caratteri predefinita•
  • •Diminuisci dimensione caratteri•
CRUNA | NOTIZIE | Recale, raid vandalico nella sede degli scout

Recale, raid vandalico nella sede degli scout

•Valutazione attuale•: / 4
•Scarso••Ottimo• 

recale sede scout RECALE. Profanata la tana dei lupetti. Raid vandalico ai danni della sede del gruppo scout «Recale 1», che si trova nell'edificio della vecchia scuola materna di via Ugo Foscolo. Una banda di ignoti, forse scavalcato il muro di cinta, si è introdotta all’interno dei locali, peraltro, di recente ristrutturazione, mettendo tutto a soqquadro. L'azione sarebbe avvenuta nella notte tra mercoledì e giovedì, ma la notizia si è diffusa solo in mattinata. I vandali hanno imbrattato i muri, divelto gli sportelli degli armadietti, hanno bruciato i guidoni (simboli dello scoutismo), hanno rotto i vetri delle finestre, hanno lasciato frasi di cattivo gusto sui muri e sullo specchio del bagno. Un esercizio di boria urbana che ha provocato danni ingenti, quantificabili in alcune migliaia di euro. Sull'episodio indagano i carabinieri della stazione di Macerata, agli ordini del comandante Baldassarre Nero. «Per i ragazzi la sede scout è una seconda casa», commenta, mal celando l'amarezza, Gennaro Montella. L'indignazione degli educatori è ancor di più sentita, perché quest'anno il gruppo sta lavorando sul tema della legalità e dell'educazione ambientale. «Non ci arrenderemo - assicura -: continueremo la nostra attività di volontariato, perché siamo convinti che i giovani abbiamo il dovere di lasciare il mondo migliore di come lo abbiamo trovato, così come amava ripetere il nostro fondatore, Baden Powell». Con enormi sacrifici, gli scout avevano ultimato i lavori di sistemazione dei locali, tinteggiando le pareti, sistemando gli infissi e arredando le stanze. «Vorrà dire che ricominceremo d'accapo», aggiunge Montella, che lancia un appello ai recalese. «Siamo certi che la comunità - afferma - saprà esserci vicina e che il dispiacere di oggi diverrà per noi educatori un punto di forza per fare ancora meglio per portare i ragazzi a essere cittadini attivi nella costruzione di una nuova città, solida e solidale».
cl.lo.

•Commenti•

Per commentare questo articolo devi registrarti
 

cerca nel sito


visite oggi:0
ultimo mese:0
totale visite:0

Altro sull'argomento...


meno rifiuti più benesere
•Banner•
•Banner•