CRUNA

  • •Aumenta dimensione caratteri•
  • •Dimensione caratteri predefinita•
  • •Diminuisci dimensione caratteri•
CRUNA | NOTIZIE | Tumori, prevenzione e controlli nella "letterina" ai genitori degli alunni di Portico

Tumori, prevenzione e controlli nella "letterina" ai genitori degli alunni di Portico

•Valutazione attuale•: / 2
•Scarso••Ottimo• 

un bambino che scrive una letteraPORTICO. Nata per carpire e orientare la generosità dei grandi sul giocattolo preferito, soprattutto a Natale, la «letterina» si trasforma in un inedito strumento di sensibilizzazione alla diagnosi precoce dei tumori. «Anche se a volte ti faccio arrabbiare, ti chiedo di farmi questo regalo». Termina così il testo che gli alunni del «San Giovanni Bosco» di Portico hanno portato a casa per stimolare la prevenzione alle neoplasie del colon-retto. L’iniziativa è nata dalla collaborazione tra l'Asl di Caserta e l'assessore alla sanità Lina Leggiero e ha investito la popolazione scolastica dei quattro plessi dell'istituto comprensivo, peraltro, di recente, entrato nella «Rete delle scuole Unesco». La campagna è stata inaugurata il 28 gennaio, durante l'open day promosso dal preside Salvatore Falco, e stamattina, Anna Piscitelli, responsabile dell'ufficio relazioni con il pubblico dell'Asl, le psicologhe Caterina Gravina e Maddalena Viggiano, la sociologa Vanda Pennini e l'assessore Leggiero sono salite in cattedra per spiegare lo scopo e le modalità dei controlli. Il programma, sostenuto dalla Regione Campania e replicato in altre città, è rivolto ai cittadini dai 45 ai 70 anni; il kit, il test e gli eventuali esami successivi sono gratuiti e non necessitano di alcuna ricetta medica. È sufficiente recarsi dal proprio medico curante, esibire la letterina e ritirare il materiale di raccolta e le istruzioni per la corretta esecuzione dell'indagine. Si tratta di un test di ultima generazione, non invasivo, che può contribuire a svelare per tempo il male e salvare la vita. Il carcinoma del colon-retto, tumore a maggiore insorgenza in Italia, ha fatto registrare picchi di mortalità elevati proprio nella provincia di Caserta e in quella di Napoli.
Claudio Lombardi per Cruna

•Commenti•

Per commentare questo articolo devi registrarti
 

meno rifiuti più benesere
•Banner•
•Banner•