CRUNA

  • •Aumenta dimensione caratteri•
  • •Dimensione caratteri predefinita•
  • •Diminuisci dimensione caratteri•
CRUNA | NOTIZIE | Rx3R: il "progetto rifiuti" di Recale primo nella gratuatoria della Provincia

Rx3R: il "progetto rifiuti" di Recale primo nella gratuatoria della Provincia

•Valutazione attuale•: / 2
•Scarso••Ottimo• 

casa dell'acqua RECALE. Obiettivo? La riduzione dei rifiuti. Il comune di Recale, retto dal sindaco Patrizia Vestini, è riuscito a farsi finanziare, primo in graduatoria, dalla Provincia un progetto ambizioso per la tutela dell'ambiente. All'ente è stato assegnato un contributo di 23mila euro per abbattere la quantità di rifiuti. Il progetto, dal titolo «Rx3R Recale per la riduzione, il riutilizzo e il riciclo del rifiuto», prevede il coinvolgimento attivo degli studenti dell'istituto comprensivo «Giovanni XXII», del gruppo scout «Agesci», dell'associazione ambientalista «Cruna» e dei «Rangers del Mediterraneo». Le attività che saranno messe in campo puntano a far decollare l’isola ecologica, per ottenere una maggior differenziazione dei rifiuti e la realizzazione nei pressi della stessa isola di una «Casa dell'acqua» per ridurre l’utilizzo delle bottiglie di plastica. È prevista, inoltre, la distribuzione di sacchetti per i rifiuti con codice a barre identificativo del cittadino o dell’esercizio commerciale; codice a barre che consentirà di far partire una raccolta punti finalizzata a premiare chi meglio differenzia. «Il progetto «Rx3R» - rivela Vestini - si propone anche di incoraggiare il compostaggio domestico, di formare tre ispettori ambientali e di indire un bando per le scuole in modo da formare i cittadini del futuro alla cultura del riciclo e proporre loro nuove forme di riutilizzo». Soddisfazione è espressa da Ciro Rossi, assessore all’ambiente: «Sono sfide impegnative - afferma - che perseguiremo con l'aiuto delle associazioni sul territorio. Sono convinto che il progetto sarà uno strumento utile per aumentare la percentuale della raccolta differenziata, primo passo per fornire i primi benefici ai recalesi che rispettano le regole». «Il piano di lavoro finanziato dalla Provincia - aggiunge il portavoce di «Cruna», Michele Lasco - contiene molte nelle idee che, come associazione, abbiamo proposto in questi ultimi anni. Saremo felici da dare il nostro contributo, in uno spirito di collaborazione che abbiamo sempre auspicato e ricercato. Decisiva, a nostro avviso, sarà l'interesse che riusciremo a suscitare nelle scuole. Gli studenti dovranno diventare i portatori di messaggi positivi nelle famiglie».
Redazione

•Commenti•

Per commentare questo articolo devi registrarti
 

cerca nel sito


visite oggi:0
ultimo mese:0
totale visite:0

Altro sull'argomento...


meno rifiuti più benesere
•Banner•
•Banner•