CRUNA

  • •Aumenta dimensione caratteri•
  • •Dimensione caratteri predefinita•
  • •Diminuisci dimensione caratteri•
CRUNA | NOTIZIE | La tragedia sfiorata | Recale, esplode bombola di gas: quattro feriti

La tragedia sfiorata | Recale, esplode bombola di gas: quattro feriti

•Valutazione attuale•: / 1
•Scarso••Ottimo• 

recale l'edificio danneggiato coop. auroraRECALE. Un boato simile a un tuono. Poi, il rumore dei vetri in frantumi e il suono sincopato degli allarmi delle auto. Un'esplosione, ieri mattina, ha rotto il silenzio dell'alba nelle palazzine della cooperativa «Aurora», al civico 24 di via Giovan Battista Vico, nel quartiere Macello, a Recale. Intorno alle 6.30, una bombola di gpl è scoppiata all'interno di uno stabile del «Parco Toti» e un appartamento al secondo piano è stato letteralmente sventrato. In quel momento, nella casa c'erano solo Giuseppe Di Salvia, 63 anni, un pensionato originario di Santa Maria Capua Vetere, la compagna Beatrice, di pochi anni più giovane, e un cane di piccola taglia, un meticcio. L'uomo, che ora è ricoverato in prognosi riservata all'ospedale «Cardarelli» di Napoli, ha riportato ustioni importanti agli arti inferiori e in varie parti del corpo; meno preoccupanti le condizioni della donna, che se la caverà in un paio di settimane; illeso l'animale, sotto choc, destinato alle cure del servizio veterinario dell'Asl di Marcianise. Nel pomeriggio, il bilancio dei feriti è salito a quattro, perché altri due condomini, una madre e una figlia, hanno accusato malori. Il loro quadro clinico è comunque sotto controllo.

recale i danni coop. auroraPiù pesante, invece, è la lista dei danni, ancora provvisoria, riportati dalla struttura, tanto che nella strada mattina, per precauzione, è stato disposto lo sgombero dello stabile, oltre che il sequestro. Vetri rotti, infissi divelti e lesioni si sono registrati finanche negli edifici adiacenti e sono almeno sei le vetture investire dall'onda d'urto e dalla pioggia di calcinacci prodotti dallo scoppio, di cui un paio risultano dilaniate. Tuttora da chiarire, le cause dell'esplosione: pare che la coppia non stesse usando la bombola per il riscaldamento domestico, bensì per alimentare i fornelli della cucina. Forse, una perdita di gas ha saturato l'ambiente e l'accensione di una lampadina ha funto da detonatore. «Giuseppe e Beatrice - rivela Magda Giacco, proprietaria dell'appartamento - erano in affitto da sabato scorso e attendevano i tecnici per l'allaccio alla rete. Sono in pena per loro - confessa -; spero si riprendano al più presto». Di Salvia è un ex dipendente del Comune di Santa Maria: prima impiegato all'Anagrafe, ha trascorso gli ultimi anni di servizio agli Affari sociali. È il fratello di don Mimì, che è stato parroco al duomo; oggi svolge attività pastorale al vescovado di Capua. Non appena è stato lanciato l'allarme, sul posto sono accorsi gli agenti dei commissariati di Marcianise e Maddaloni, coordinati dalla dirigente Renata Catalano, i carabinieri della compagnia di Santa Maria Capua Vetere, agli ordini del capitano Franco Macera, e, naturalmente, una nutrita squadra dei vigili del fuoco del comando provinciale di Caserta. In via Vico, tra gli altri, sono accorsi il sindaco della città, Patrizia Vestini, il capo dell'ufficio tecnico del Comune, Vincenzo Lamberti, il comandante della polizia municipale, Vincenzo Piccolo, il presidente del cda di «Aurora», Pasquale Amoroso, che abita in una palazzina poco distante, e il vicepresidente Domenico Russo, che negli alloggi della cooperativa ha la figlia. «Nella tragedia - commenta Vestini -, dobbiamo ritenerci fortunati: qualcuno poteva lasciarci la vita». Il sindaco è rimasta per ore al parco «Toti» e ha voluto partecipare ai sopralluoghi eseguiti dai tecnici. Si è poi occupata di garantire una sistemazione in un albergo della zona a due delle famiglie sgomberate che non avevano altri ripari.
Claudio Lombardi, Il Mattino (ed. Caserta), pagg. 37 e 47, 28 novembre 2013

•Commenti•

Per commentare questo articolo devi registrarti
 

cerca nel sito


visite oggi:0
ultimo mese:0
totale visite:0

Altro sull'argomento...


meno rifiuti più benesere
•Banner•
•Banner•