CRUNA

  • •Aumenta dimensione caratteri•
  • •Dimensione caratteri predefinita•
  • •Diminuisci dimensione caratteri•
CRUNA | NOTIZIE | Terra e salute, a Recale arriva don Maurizio Patriciello

Terra e salute, a Recale arriva don Maurizio Patriciello

•Valutazione attuale•: / 4
•Scarso••Ottimo• 

don maurizio patricielloRECALE. Ci sarà anche Maurizio Patriciello, prete simbolo della lotta contro i roghi tossici e i rifiuti speciali interrati illegalmente tra Napoli e Caserta, al convegno «Terra e salute, tra veleni e speranze", che si terrà venerdì (18 ottobre), alle 18.30, nella chiesa di Santa Maria Assunta, a Recale. L'incontro è stato organizzato dall'associazione «La nostra terra» di Armando Corsini, in collaborazione con il Coordinamento comitati fuochi. Oltre a don Maurizio, sono previsti gli interventi di don Franco Catrame, del neurologo Gennaro Esposito e del prefetto Donato Cafagna. «Se questa battaglia sta a cuore a me che non ho figli - ha dichiarato, di recente, Patriciello -, come può non stare a cuore a voi? Il paradosso è che ci stiamo difendendo non dalla camorra, ma da chi avrebbe dovuto tutelarci e continua a non farlo. Quando il Presidente della Repubblica Napolitano è venuto a Napoli in occasione dell’anniversario delle Quattro Giornate, gli ho fatto notare lo slogan su uno striscione esposto a Casal di Principe: “La camorra ordina, lo Stato esegue”. Come si fa a non intervenire? Molti mi chiedono se i roghi tossici finiranno. Io rispondo: non potranno mai finire, semmai si sposteranno altrove, finché qualcuno lo permetterà». Il Coordinamento comitati fuochi è un’aggregazione autonoma, apartitica, aconfessionale, liberamente costituita fra associazioni, comitati e singoli cittadini che operano, senza scopo di lucro, per contrastare e sanare le devastazioni ambientali nei propri territori. Il Ccf nasce nel luglio del  2012 in Campania, nell’area compresa tra le province di Napoli e Caserta, nel quadro della sistematica, prolungata aggressione ambientale al territorio e alla vita dei cittadini e nel colpevole vuoto di ascolto e di intervento da parte delle istituzioni.
Redazione

•Commenti•

Per commentare questo articolo devi registrarti
 

meno rifiuti più benesere
•Banner•
•Banner•