CRUNA

  • •Aumenta dimensione caratteri•
  • •Dimensione caratteri predefinita•
  • •Diminuisci dimensione caratteri•
CRUNA | NOTIZIE | Anno ecologico a Capodrise: un sorso di speranza nella Terra dei fuochi

Anno ecologico a Capodrise: un sorso di speranza nella Terra dei fuochi

•Valutazione attuale•: / 2
•Scarso••Ottimo• 

capodrise istituto gaglione CAPODRISE. Un sorso di speranza nella Terra dei fuochi. L'assessore all'Ecologia del comune di Capodrise, Giuseppe Montebuglio, domani, 27 settembre, alle 11, presenterà a una platea di studenti dell'Istituto comprensivo «Giacomo Gaglione» la prima edizione dell'«Anno ecologico». «È un progetto ambizioso - ammette Montebuglio -, una vera novità per Capodrise, che ha lo scopo di promuovere un'idea di sviluppo sostenibile attraverso il coinvolgimento dei ragazzi, che da soggetti passivi diventeranno attori del cambiamento, contribuendo a ricreare un ambiente sano, pulito e vivibile». In concomitanza con l'anno scolastico, sarà pianificata una serie di eventi di sensibilizzazione sulla raccolta differenziata, sui cosiddetti ecocomportamenti e sulla pratica del riciclo. È prevista, tra l'altro, una visita didattica al centro di raccolta «DM» e un ecoparty conclusivo, a fine maggio. Durante la mattina, si procederà all'inaugurazione dei «Punti ecodidattici», delle microisole ecologiche poste all'interno dei plessi scolastici, preceduta da un'esibizione del coro e delle majorette del «Gaglione». A fare gli onori di casa sarà il dirigente scolastico Maria Belfiore, che modererà gli interventi di Montebuglio e del sindaco Angelo Crescente, che con l'assessore ha ideato il progetto. Alla cerimonia è stato inviato anche Domenico Zinzi, presidente della Provincia di Caserta, ente che ha deciso di concedere il patrocinio morale all'iniziativa. L'«Anno ecologico» sarà realizzato grazie alla collaborazione del Centro studi «Alcide De Gasperi» di Capodrise, del laboratorio locale di Fare Ambiente, dell'Agesci di Capodrise e dell'associazione ambientalista Cruna di Recale e grazie al sostegno di alcune realtà economiche della zona. Il progetto entrerà nella fase operativa già da sabato, 28 settembre, con «Puliamo il mondo», promosso in Italia da Legambiente. «Armati di ramazza, guanti e mascherine, gruppi di volontari e amministratori comunali - rivela Montebuglio - si daranno appuntamento, alle 8.30, in piazza Unicef, nel rione San Donato, e in via Mercurio, nel rione Marte, e domenica, alla stessa ora, al parco «Gianni Rodari», nel rione Portento, per fare incetta di cartacce». «L'«Anno ecologico» - aggiunge il sindaco Crescente - è un sorso di speranza nella Terra dei fuochi. Inseriremo in un unico piano d'intervento tutte le attività per il miglioramento dell’ambiente e della qualità della vita della nostra comunità». E gli studenti potranno applicare le conoscenze acquisite a scuola in modo pratico e responsabile sia in casa che negli spazi pubblici.
Comunicato stampa

•Commenti•

Per commentare questo articolo devi registrarti
 

meno rifiuti più benesere
•Banner•
•Banner•