CRUNA

  • •Aumenta dimensione caratteri•
  • •Dimensione caratteri predefinita•
  • •Diminuisci dimensione caratteri•
CRUNA | NOTIZIE | Piedimonte Matese: acqua microfiltrata nella mensa scolastica

Piedimonte Matese: acqua microfiltrata nella mensa scolastica

•Valutazione attuale•: / 2
•Scarso••Ottimo• 

acqua di fonte microfiltrataPIEDIMONTE MATESE. Con la ripresa delle lezioni, dopo la pausa di San Martino, ha preso il via un nuovo servizio nelle mense scolastiche del Comune di Piedimonte Matese: la fornitura di acqua potabile microfiltrata e refrigerata da appositi erogatori, in sostituzione dell’acqua imbottigliata utilizzata finora. Questa nuova modalità, offerta dalla Elior, la ditta che gestisce il servizio di refezione nelle scuole cittadine, e dall’amministrazione comunale, consentirà innanzitutto di ridurre praticamente a zero la produzione di rifiuti in plastica, anche perché contemporaneamente anche le stoviglie, i bicchieri e i piatti usa e getta che vengono utilizzati dai bambini sono in materiale organico interamente biodegradabile. Inoltre, i bambini si educheranno al consumo dell’acqua di rubinetto invece di ritrovare anche a scuola l’acqua imbottigliata come già avviene sulle loro tavole, visto che in tante nostre famiglie c’è un consumo costoso ed inspiegabile di acqua imbottigliata come non avviene in nessun altro Paese del mondo. Nel caso delle mense, poi, l’acqua di rubinetto viene microfiltrata secondo standard approvati dal Ministero della Sanità che consentono l’eliminazione di eventuali sostanze in sospensione, la riduzione della carica batterica e del cloro residuo, garantendo costanti caratteristiche organolettiche. Non va sottaciuto poi l’abbattimento del rischio connesso al consumo prolungato di acqua imbottigliata che non sia stata stoccata e trasportata correttamente. Molto soddisfatto l’assessore alla pubblica istruzione e all’ambiente, Costantino Leuci: «Con questa innovazione raggiungiamo due obiettivi, l’educazione al consumo da parte delle giovani generazioni, sempre più vittima della pubblicità e di scorretti modelli alimentari, della nostra buonissima acqua di Piedimonte e poi la riduzione della quantità di rifiuti prodotti, con la conseguente riduzione anche delle risorse energetiche impiegate per il trasporto sia delle bottiglie che dei rifiuti». Anche il sindaco, Vincenzo Cappello, esprime apprezzamento per la novità introdotta: «E’ un’ulteriore miglioria che la ditta Elior ha apportato ad un servizio che soddisfa la nostra utenza e si mantiene entro limiti sostenibili per quanto riguarda i costi, ai quali peraltro la nostra Amministrazione contribuisce, accollandosi in parte o in toto la spesa per le famiglie economicamente in difficoltà, grazie anche all’utilizzo di parte delle indennità di carica alle quali io e la mia Giunta rinunciamo da oltre cinque anni».
fonte: Il Casertano

•Commenti•

Per commentare questo articolo devi registrarti
 

meno rifiuti più benesere
•Banner•
•Banner•