CRUNA

  • •Aumenta dimensione caratteri•
  • •Dimensione caratteri predefinita•
  • •Diminuisci dimensione caratteri•
CRUNA | NOTIZIE | Marcianise “verso i rifiuti zero” con il modello Capannori

Marcianise “verso i rifiuti zero” con il modello Capannori

•Valutazione attuale•: / 2
•Scarso••Ottimo• 

verso rifiuti zeroMARCIANISE. Si è svolto ieri pomeriggio, alle 18, nella sala polifunzionale della biblioteca di Marcianise, un’interessante convegno-dibattito, dal titolo “Verso rifiuti zero”, organizzato dall’associazione culturale M(u)oviMenti, con il sostegno del Comitato fuochi, sezione di Marcianise. «Oggetto del convegno – si legge in una nota di presentazione dell’evento –, la strategia dei “Rifiuti zero” già sperimentata con ottimi risultati in altre città italiane, che tende a considerare i rifiuti come una potenziale risorsa, piuttosto che qualcosa da eliminare, in quanto risultato finale di un ciclo».  Attraverso tale strategia, il Comune di Capannori, in provincia di Lucca, ha avuto il coraggio di investire sulla politica ambientale, creando un sistema di buone pratiche, divenuto un vero e proprio “modello” sul piano amministrativo-ambientale. Di recente, poi, 107 comuni capeggiati e spinti da Capannori hanno dato vita alla nascita dell’associazione nazionale delle “Comunità Rifiuti Zero”. Capannori conta 46.000 abitanti ed ha raggiunto in pochi anni il 90% di differenziazione su gran parte del suo territorio: il riciclaggio, la riduzione dei rifiuti, il riuso e la riparazione rappresentano la chiusura del ciclo. Una successiva ed attenta analisi di ciò è finalizzata alla riprogettazione industriale degli oggetti non riciclabili e alla fornitura ed al sostegno alle imprese con azioni mirate, nonché alla promozione di buone pratiche di acquisto, produzione e consumo: entro il 2020 è previsto il raggiungimento dell’azzeramento dei rifiuti.
marcianise verso rifiuti zero In tale ottica e con la validità del percorso positivo di questa pratiche, si ha la concreta convinzione di mettere a segno scelte a difesa del pianeta. «E proprio dal modello del Comune toscano – prosegue la nota – è partita l’idea di M(u)oviMenti, che, attraverso il convegno di ieri, ha proposto alla città di Marcianise una rilettura della gestione del ciclo integrato dei rifiuti. Tra i relatori in scaletta, Alessio Ciacci, assessore all'ambiente Capannori, Francesco Girardi, ingegnere per l'ambiente, consulente del Comune di Capannori, e Gaetano Rivezzi, ordinatore regionale “Medici per l'Ambiente”. «Giova ricordare, però, che una corretta gestione va di pari passo con il rispetto di ogni singolo cittadino del territorio e dell’ambiente in cui viviamo, dove si assiste – conclude la nota – sempre più a continui roghi dovuti anche all’abbandono sistematico o casuale di rifiuti, soprattutto pericolosi e speciali».
Redazione

•Commenti•

Per commentare questo articolo devi registrarti
 

cerca nel sito


visite oggi:0
ultimo mese:0
totale visite:0

Altro sull'argomento...


meno rifiuti più benesere
•Banner•
•Banner•