CRUNA

  • •Aumenta dimensione caratteri•
  • •Dimensione caratteri predefinita•
  • •Diminuisci dimensione caratteri•
CRUNA | NOTIZIE | "Indifferenziato, un registro a parte per i rifiuti provenienti dalle bonifiche"

"Indifferenziato, un registro a parte per i rifiuti provenienti dalle bonifiche"

•Valutazione attuale•: / 4
•Scarso••Ottimo• 

i sindaci con malvanoMACERATA CAMPANIA. Nove sindaci uniti per la tutela del territorio e della salute pubblica. I primi cittadini dei comuni di Macerata Campania, Santa Maria Capua Vetere, San Prisco, Portico, Recale, Curti, Capodrise, San Tammaro, Casapulla hanno sottoscritto un documento indirizzato tra gli altri al presidente della giunta regionale, Stefano Caldoro e all'assessore regionale all'Ambiente, Giovanni Romano. Una missiva ufficiale redatta a conclusione della conferenza dei sindaci (nella foto) tenuta il 27 luglio presso il comune di Macerata Campania, attraverso la quale si chiede di intervenire per salvaguardare gli sforzi compiuti nella raccolta differenziata e si ripercorrono le tappe di alcune iniziative che hanno portato alla pulizia dei territori. Come l'intervento di bonifica diretto dal senatore Franco Malvano su Macerata Campania, Curti, Casapulla, Portico e Recale ad opera della società Astir. Ma non solo. Il tema delle bonifiche viene affrontato anche per l'incidenza delle stesse sulla percentuale di raccolta differenziata prodotta dai Comuni. Qualche settimana fa una missiva informò i sindaci di Terra di Lavoro che nel computo della percentuale di raccolta differenziata prodotta sul singolo territorio sarebbero stati inclusi espressamente i rifiuti raccolti durante le bonifiche. Questo, in sostanza, implica un aumento di indifferenziato da sversare nello Stir e un abbattimento della percentuale raccolta che viene raggiunta dai singoli Comuni. L'inserimento nella stessa delle risultanze delle bonifiche è previsto dalla legge. Con l'informativa inviata l'altra settimana si avvisava di un più rigoroso controllo su quello che prima veniva sì previsto, ma con una certa tolleranza. Una situazione che è stata dibattuta dai sindaci nel corso di una conferenza che ha visto come ente capofila il comune di Macerata Campania. Le fasce tricolori sono preoccupate per le ricadute economiche che questa disposizione porterà. Tanto da inviare una missiva attraverso la quale chiedono al Governatore Caldoro e all'assessore Romano di «intervenire - si legge - presso l'Osservatorio Regionale Rifiuti e la Provincia di Caserta affinché i rifiuti provenienti dalle bonifiche vengano inseriti in un formulario separato per non incidere sulla raccolta differenziata così come prevedono le leggi regionali. L'incidenza dei rifiuti provenienti dalle bonifiche sulla raccolta differenziata abbassa la percentuale di quest'ultima esponendo il Comune a sanzioni che vanno ad incidere fortemente sulle casse comunali e di conseguenza sui cittadini».
Cristina Monaco, Il Mattino, 15 settembre 2012

•Commenti•

Per commentare questo articolo devi registrarti
 

cerca nel sito


visite oggi:0
ultimo mese:0
totale visite:0

Altro sull'argomento...


meno rifiuti più benesere
•Banner•
•Banner•