CRUNA

  • •Aumenta dimensione caratteri•
  • •Dimensione caratteri predefinita•
  • •Diminuisci dimensione caratteri•
CRUNA | NOTIZIE | Rifiuti, la lezione di Acerra: in un anno differenziata al 62%

Rifiuti, la lezione di Acerra: in un anno differenziata al 62%

•Valutazione attuale•: / 3
•Scarso••Ottimo• 

acerra ROMA. Mentre a Roma si continuava a litigare sulla scelta di un posto per costruire la nuova discarica, lasciando languire la raccolta differenziata su percentuali di poco superiori al 20%, Acerra, comune simbolo dell'unico termovalorizzatore della Campania, metteva a segno un clamoroso record passando nel giro di appena un anno dal 10 al 62%. A certificarlo è il Conai, il Consorzio nazionale per il recupero degli imballaggi, che ha assegnato all'amministrazione governata dal centrosinistra il premio 'start up'. "Si è riusciti ad aumentare del 52% la differenziata grazie a un porta a porta spinto, all'eliminazione dei cassonetti, e a un Centro raccolta tecnologico", spiega Fabio Costarella, responsabile area sud del Conai. Prima del nuovo sistema, ricorda, la raccolta veniva fatta in maniera prevalentemente stradale. Tutti i materiali (carta, vetro, plastica e metalli, organico, indifferenziato) vengono invece ritirati ora direttamente a casa. "La riuscita della differenziata - osserva Vincenzo Angelico, assessore all'Ambiente del comune di Acerra - è stata frutto anche di un'opera di divulgazione e informazione tra i cittadini; e siamo in 60.000. Ora vogliamo fare ancora di più". Il territorio, rileva Maria Piscopo, dirigente del dipartimento Ambiente di Acerra, è stato ripulito grazie al 'porta a porta' che serve 20.000 utenze e copre 54 chilometri quadrati. Vero fiore all'occhiello della rivoluzione di Acerra sono però le isole ecologiche presso cui è possibile conferire i rifiuti: la gente porta la propria spazzatura differenziata, la pesa e grazie a un software che immagazzina i dati (anche in base alla diversificazione del materiale), ogni tre mesi possono recarsi in comune per ritirare i buoni ticket con cui fare acquisti in tutti i negozi (convenzionati) della città.
fonte: Repubblica.it

•Commenti•

avatar bbicienzo
+11
 
 
È uscita sul sito di Legambiente la graduatoria dei Comuni ricicloni 2012. C'è bisogno di dire che non c'è traccia del Comune di Recale?
http://www.legambiente.it/sites/default/files/docs/dossier_ricicloni_2012-6.pdf
avatar Eljefe
0
 
 
La storia si ripete da troppi anni.
Per commentare questo articolo devi registrarti
 

cerca nel sito


visite oggi:0
ultimo mese:0
totale visite:0

Altro sull'argomento...


meno rifiuti più benesere
•Banner•
•Banner•