CRUNA

  • •Aumenta dimensione caratteri•
  • •Dimensione caratteri predefinita•
  • •Diminuisci dimensione caratteri•
CRUNA | NOTIZIE | Don Tonino Palmese di "Libera" domani a Recale

Don Tonino Palmese di "Libera" domani a Recale

•Valutazione attuale•: / 1
•Scarso••Ottimo• 

don tonino palmeseRECALE. Don Tonino Palmese (nella foto), referente campano dell'associazione "Libera", sarà a Recale domani pomeriggio (30 maggio), relatore di una conferenza, dal titolo "Dalla legalità alla giustizia", organizzata dall'Istituto comprensivo "Giovanni XXIII", nell'ambito del Progetto operativo nazione "Le(g)ali al Sud". Don Tonino parlerà, alle 15.30, nell'auditorium di viale Europa, nei pressi dell'ufficio postale, preceduto dal saluto del dirigente scolastico Vincenza Della Valle. E' previsto anche l'intervento del vescovo di Caserta Pietro Farina, che sarà accompagnato dal parroco Franco Catrame. Sacerdote salesiano impegnato nella lotta contro le mafie e a favore delle famiglie vittime innocenti della camorra, Palmese, 54 anni, è considerato uno degli uomini più vicini a don Luigi Ciotti, figura simbolo di "Libera". La sua testimonianza assumerà un significato ancora più importante dopo i recenti fatti di cronaca, come l'attentato a Roberto Adinolfi, dirigente dell'Ansaldo, gambizzato a Genova da un gruppo armato eversivo, e la bomba fatta esplodere da un ignoto a Brindisi, provocando la morte di Melissa Bassi.

Cos'è "Libera"?
"Libera" è nata il 25 marzo 1995 con l'intento di sollecitare la società civile nella lotta alle mafie e promuovere legalità e giustizia. Attualmente, Libera è un coordinamento di oltre 1500 associazioni, gruppi, scuole, realtà di base, territorialmente impegnate per costruire sinergie politico-culturali e organizzative capaci di diffondere la cultura della legalità. La legge sull'uso sociale dei beni confiscati alle mafie, l'educazione alla legalità democratica, l'impegno contro la corruzione, i campi di formazione antimafia, i progetti sul lavoro e lo sviluppo, le attività antiusura, sono alcuni dei concreti impegni di Libera. Libera è riconosciuta come associazione di promozione sociale dal Ministero della Solidarietà Sociale. Nel 2008 è stata inserita dall'Eurispes tra le eccellenze italiane.  Nel 2012 è stata inserita dalla rivista The Global Journal nella classifica delle cento migliori Ong del mondo: è l'unica organizzazione italiana di "community empowerment" che figuri in questa lista, la prima dedicata all'universo del no-profit.
Redazione

•Commenti•

Per commentare questo articolo devi registrarti
 

meno rifiuti più benesere
•Banner•
•Banner•