CRUNA

  • •Aumenta dimensione caratteri•
  • •Dimensione caratteri predefinita•
  • •Diminuisci dimensione caratteri•
CRUNA | NOTIZIE | Ripetitore, Mastroianni: «La rescissione del contratto costa»

Ripetitore, Mastroianni: «La rescissione del contratto costa»

•Valutazione attuale•: / 0
•Scarso••Ottimo• 

Il Corriere di Caserta, 30 aprile 2009

Recale L’associazione ambientalista Cruna ha conferito incarico legale per chiedere la rimozione dell'antenna SRB

RECALE (s.f.) - Se l’associazione ambientalista Cruna non intende fare marcia indietro rispetto alla rimozione dell’antenna di via Roma, lo stesso discorso vale per il titolare della convenzione stipulata con la Vodafone Pietro Mastroianni. Ad intervenire in merito è il padre del consigliere comunale Paolo. "Recedere il contratto comporta dei costi malto alti - ha spiegato - perchè in merito ci sono delle clausole da rispettare e forse i volontari di Cruna questo non lo sanno. Chi mi risarcisce?". E ha chiarito: "il contratto è di tipo commerciale ed è stato firmato per garantire la copertura della rete sull'intero territorio, altrimenti come al solito restiamo isolati e questo credo non sia giusto".

Nessun fine di lucro ha assicurato l’ex sindaco di Recale. Ma Cruna forte dei risultati ottenuti dopo le proteste per la rimozione del ripetitore in viale dei Pini·ha·deciso di andare avanti. E, nei giorni scorsi, è stato addirittura stato conferito un incarico ad un legale esperto in diritto amministrativo.

Una presa di posizione per orientare l’esecutivo a rispettare quanto contenuto nel provvedimento approvato più di tre anni fa che indica una mappa precisa delle zone sulle quali è possibile procedere al|’installazione delle antenne. Un provvedimento adottato proprio a seguito delle proteste da parte di Cruna che è scesa in campo per manifestare la sua contrarietà rispetto alla possibilità di posizionare ripetitori senza preservare quelle zone ad alta densità abitativa. In corteo a fianco dei cittadini, tre anni fa, c’era anche il sindaco Americo Porfìdia, il quale, in quell’occasione, si fece portavoce delle istanze dell’associazione.
Non solo il capo della maggioranza scese in piazza in prima persona ma orientò tutti gli sforzi per regolamentare l’installazione dei ripetitori sull’intero perimetro urbano.

s.f., dal Corriere di Caserta

•Commenti•

Per commentare questo articolo devi registrarti
 

cerca nel sito


visite oggi:0
ultimo mese:0
totale visite:0

Altro sull'argomento...


meno rifiuti più benesere
•Banner•
•Banner•