CRUNA

  • •Aumenta dimensione caratteri•
  • •Dimensione caratteri predefinita•
  • •Diminuisci dimensione caratteri•
CRUNA | NOTIZIE | La sinistra si organizza per il dopo Porfidia (?)

La sinistra si organizza per il dopo Porfidia (?)

•Valutazione attuale•: / 7
•Scarso••Ottimo• 

recaleRECALE. È ripartita da sinistra la ricomposizione del fronte «anti-porfidiano» a Recale. A sei mesi dal voto amministrativo, è su questo versante che si registra maggiore fermento politico. A creare il vuoto nel centrosinistra è stato, per la verità, lo stesso Americo Porfidia, quando, in barba ai suoi trascorsi da strenuo oppositore di Silvio Berlusconi in Parlamento, ha aderito a Noi Sud, lasciando l’Italia dei Valori. I guai giudiziari e l'impossibilità di potersi ripresentare a capo di una coalizione, avendo già svolto due mandati da sindaco, stanno alimentando la speranza di cambiamento nei cittadini e le ambizioni di molti avversari. Il primo a rompere gli indugi è Saverio Zola, che ormai non fa più mistero della volontà di candidarsi allo scranno più alto di via Municipio. Zola, al momento, può contare sul sostegno di Joseph Ferraro, segretario dell’Idv lasciata orfana di un leader da Porfidia. «I dipietristi - dichiara Ferraro -, che nulla hanno a che vedere con il passato, cercheranno di coinvolgere i cittadini, soprattutto giovani e donne, rendendoli protagonisti del proprio futuro». Chi sta lavorando a una proposta politica che potrebbe intersecarsi con il progetto di Zola è Vincenzo De Angelis, segretario del Partito democratico e convinto sostenitore dei temi ambientali. «Nell'arco di due consiliature - argomenta -, gestite con la prepotenza dei numeri e con ben poca opposizione, la maggioranza non è riuscita neanche a realizzare un'isola ecologica (finora esiste solo una delibera di consiglio comunale, ndr). Il paternalismo e le stangate tariffarie - conclude De Angelis - possono solo suscitare il legittimo sdegno di coloro che sono chiamati a pagare per l'inefficienza degli amministratori». Un’ipotetica lista di centrosinistra potrebbe, infine, godere dell’appoggio dei vendoliani. Sinistra, ecologia e libertà ha debuttato sulla scena politica appena nove mesi fa, ma è già un partito strutturato, con un direttivo giovane e un segretario, Nello Romano, legato al consigliere comunale e provinciale Francesco Ommeniello. Ommeniello non ha seguito Porfidia nella virata a destra, ma chi punta nel suo totale sdoganamento dalla corte del sindaco-onorevole potrebbe rimanere deluso. Pur di contrastare l’altro fronte che si sta formando nel centrodestra (Udc e Popolo della Libertà), capeggiato da Patrizia Vestini, Filiberto Gianoglio e Lello Porfidia, l’esponente di Sel potrebbe ricandidarsi nella lista civica della maggioranza uscente, che, in una corsa a tre, è la squadra da battere. Resta da capire, però, chi sarà il successore di Porfidia. Dovendo rimanere fuori dai giochi, egli sa bene che per continuare a governare Recale da piazza Montecitorio dovrà individuare un capolista che sia affidabile e, al contempo, carismatico. Potrebbe non bastare un uomo (o una donna) di fiducia. Serve un candidato che sia capace di penetrare nell’elettorato di sinistra e che non dispiaccia agli elettori di destra.
Claudio Lombardi, il Mattino, 16 ottobre 2011

 

•Commenti•

Per commentare questo articolo devi registrarti
 

cerca nel sito


visite oggi:0
ultimo mese:0
totale visite:0

Altro sull'argomento...


meno rifiuti più benesere
•Banner•
•Banner•