A Capodrise, sindaco-netturbino ripulisce il centro storico dai rifiuti

••Sabato• 25 •Giugno• 2011 19:05• ??Redazione??
•Stampa•
•Valutazione attuale•: / 7
•Scarso••Ottimo• 

angelo crescenteCAPODRISE. E sono tre. Non gli bastava fare il cardiologo e il sindaco. Armato di ramazza, guanti e mascherina, Angelo Crescente (nella foto di Gaetano Montebuglio) si è improvvisato anche netturbino per un giorno. Lo sciopero degli operatori del consorzio per lo smaltimento dei rifiuti aveva lasciato cumuli di immondizia per le strade di Capodrise. Stamattina, il servizio di raccolta è ripreso, ma intere zone del centro storico erano rimaste ancora ostaggio di sacchetti maleodoranti. Crescente non si è dato per vinto, ha convocato al Palazzo delle Arti la giunta, si è procurato un autocompattatore e si è messo, letteralmente, all'opera. Con lui, il vicesindaco Sossio Colella, gli assessori Gaetano Argenziano, Antonio Belfiore e Giuseppe Montebuglio, cui si è aggiunto il consigliere comunale Michele Di Paolo. «Abbiamo fatto solo il nostro dovere», dice il sindaco. «È stata - aggiunge - un'esperienza entusiasmante! Mi dispiace che avevamo a disposizione solo un camion ed entro le 15 dovevamo conferire il materiale raccolto, altrimenti avremmo ripulito altre aree». L'intervento dell'inedita «task force» si è concentrato solo su via Francesco Rao. «Non è stata - rivela Crescente - una scelta casuale. Sapevamo che domani si sarebbe svolto un funerale in quella strada e, avendo poco tempo e un solo mezzo, abbiamo ritenuto giusto liberarla dai rifiuti e dai miasmi». L'iniziativa intrapresa dal sindaco è piaciuta agli abitanti del quartiere, i quali sono scesi in strada, offrendo agli amministratori bottiglie d'acqua e bibite fresche. Qualcuno ha persino dato una mano. La questione della spazzatura è stata oggetto, nei giorni scorsi, di polemiche da parte dell'opposizione, che lamentava una certa incapacità della giunta a gestire il problema. Con la sortita di oggi Crescente e gli altri hanno dimostrato, quantomeno, di non avere il timore di sporcarsi le mani.
(cortesia: Claudio Lombardi, il Mattino)

•Commenti•

avatar eljefe
+1
 
 
Lodevole iniziativa, oltre al lato pratico è un buon modo per persuadere il cittadino a fare il proprio dovere nella tutela dell'ambiente. Il buon politico ha tra i suoi pregi la parsuasione morale, una dote che attraverso il buon esempio convince anche i cittadini più restii a fare la propria parte.
Per commentare questo articolo devi registrarti