CRUNA

  • •Aumenta dimensione caratteri•
  • •Dimensione caratteri predefinita•
  • •Diminuisci dimensione caratteri•
CRUNA | NOTIZIE | Rifiuti, differenziata con l'asino, accade nel Salernitano

Rifiuti, differenziata con l'asino, accade nel Salernitano

•Valutazione attuale•: / 0
•Scarso••Ottimo• 

Asini impegnati nella raccolta dei rifiuti. Accade a Cuccaro Vetere, piccolo centro dell'entroterra cilentano di 600 abitanti dove, da qualche tempo, come scrive il Corriere del Mezzogiorno, l'amministrazione comunale ha deciso di impiegare due asini nella raccolta dei rifiuti solidi urbani. Una «non novità», a Cuccaro, visto che i somarelli rappresentano da tempo una presenza abituale. Non è un caso, infatti, che proprio a Cuccaro si organizzi ogni anno un «palio del ciuccio» che richiama migliaia di spettatori da ogni parte d'Italia, mentre da quasi trent'anni esiste un progetto che ne prevede la salvaguardia della popolazione composta da circa 15 esemplari. 
«L'asino ha rappresentato per secoli l'unico mezzo di trasporto dei nostri padri - spiega il sindaco Aldo Luongo - A Cuccaro siamo impegnati da anni nel recupero di questo animale che era praticamente scomparso dal nostro territorio». E così, dopo il palio, il «ciuccio» è diventato il protagonista di un'altra iniziativa. 
«Tre giorni alla settimana - spiega Luongo - gli operatori raccolgono i sacchetti dell'immondizia del centro storico, caricando i cesti trasportati da due asinelli per poi trasferirli al punto di raccolta dove è in attesa un mezzo meccanico». 
Un modo «quasi» nuovo di raccogliere i rifiuti, già adottato da qualche anno, e con ottimi risultati, in Sicilia, precisamente a Castelbuono. «I costi della raccolta sono praticamente dimezzati - spiega Enzo Chiera, progettista dell'iniziativa, consulente ambientale responsabile della società 'Planetsolution' - Inoltre, l'uso dei somarelli contribuisce a una diversa partecipazione della raccolta da parte dei cittadini, più consapevole e puntuale». 
«È una scelta ambientale, perchè rispetta l' integrità del centro storico - prosegue il sindaco Luongo - Inoltre contribuisce a contenere i costi della raccolta, ma soprattutto può rappresentare un interessante volano alla crescita turistica di Cuccaro Vetere, come già avvenuto a Castelbuono».

Fonte Unità.it

•Commenti•

avatar nick
0
 
 
faciamolo pure a recale!!!! concosco io una maniata di ciucci!!! cosi fanno qlk
Per commentare questo articolo devi registrarti
 

cerca nel sito


visite oggi:0
ultimo mese:0
totale visite:0

meno rifiuti più benesere
•Banner•
•Banner•