CRUNA

  • •Aumenta dimensione caratteri•
  • •Dimensione caratteri predefinita•
  • •Diminuisci dimensione caratteri•
CRUNA | NOTIZIE | Trenta ore in Consiglio per le osservazioni al Puc

Trenta ore in Consiglio per le osservazioni al Puc

•Valutazione attuale•: / 0
•Scarso••Ottimo• 

municipio di recaleRECALE. Una seduta di Consiglio da guinness dei primati. Trenta ore non stop per valutare 38 delle 42 osservazioni al Piano urbanistico comunale. Niente pausa per il pranzo, né per la cena, né tantomeno per la colazione. L’adunanza è iniziata venerdì mattina ed è stata sospesa solo nel primo pomeriggio di ieri (sabato, per chi legge). Una prova psicofisica notevole, non tanto per la maggioranza del sindaco Americo Porfidia, che, in «superiorità numerica», si è potuta concedere un fisiologico turn-over, quanto, piuttosto, per l’opposizione. Quattro consiglieri appena, che si sono dovuti «spolpare» una lunga maratona di disamine tecniche, di discussioni, di dichiarazioni di voto, cercando, per quanto possibile, di rimanere lucidi. Una nota di merito va al capogruppo nella minoranza, Patrizia Vestini, che, pur essendo l’unica donna in aula, in barba alla storiella del sesso debole, è rimasta al suo posto fino alla fine. Si dirà: è un esempio luminoso di efficienza amministrativa, roba da mandare in brodo di giuggiole il ministro Renato Brunetta. La sensazione, però, è un’altra ed è meno nobile, peraltro suffragata dal fatto che, alla vigilia del Consiglio, non vi è stato nessun accordo tra i due rami dell’assemblea cittadina (la maggioranza non ha avuto nemmeno la sensibilità istituzionale di convocare una riunione dei capigruppo consiliari e di svelare le sue intenzioni). È opinione di molti ritenere l’adunanza-fiume un tentativo, ineccepibile in punta di regolamento, di sfiancare l’avversario e di ridurre al minimo il confronto su un tema, come la futura pianificazione urbanistica della città, delicato e che avrebbe meritato un esame più approfondito. Alla fine, a bloccare la locomotiva di Porfidia sono state le ultime cinque osservazioni, quelle elaborate dai partiti politici, la cui valutazione è stata rimandata alla settimana prossima. In particolare, l’assemblea si è aggiornata sull’osservazione del Popolo della libertà, redatta per far esaltare il conflitto di interessi di alcuni consiglieri maggioranza. Dinanzi alla difficoltà di racimolare il numero legale, il sindaco non ha potuto far altro che arrendersi all’evidenza e sospendere l’assemblea.
Claudio Lombardi, Il Mattino, 27 febbraio 2011

•Commenti•

Per commentare questo articolo devi registrarti
 

cerca nel sito


visite oggi:0
ultimo mese:0
totale visite:0

Altro sull'argomento...


meno rifiuti più benesere
•Banner•
•Banner•