CRUNA

  • •Aumenta dimensione caratteri•
  • •Dimensione caratteri predefinita•
  • •Diminuisci dimensione caratteri•
CRUNA | fotodenunce


"Acqua alta" a Recale

•E-mail• •Stampa•
•Valutazione attuale•: / 5
•Scarso••Ottimo• 

acqua alta a Recale«Ogni volta che la pioggia cade con una certa insistenza - denuncia Michele Lasco dell'associazione "Cruna" -, i cittadini che abitano tra via Sabin e piazza della Repubblica sono invasi da veri e propri torrenti d’acqua e fango, come dimostrano alcune foto scattate dal 1 al 4 marzo scorso dai residenti di Piazza Della Repubblica e Via Sabin». (dal comunicato di Cruna, 2 aprile 2013)

 


 

 

Recale: cassonetto in crisi di identità

•E-mail• •Stampa•
•Valutazione attuale•: / 3
•Scarso••Ottimo• 

RECALE. In un paese come il nostro, dove l'informazione ai cittadini sulle regole della raccolta differenziata è ancora un pensiero astratto e dove vige un cervellotico sistema per la raccolta della carta, allestire un cassonetto per la raccolta del "vetro" che reca sul davanti "raccolta carta", oltre alle crisi di identità che dovrà subire il povero contenitore, può mandare in confusione anche il più corretto dei cittadini. Apprezziamo, da buon ambientalisti, l'idea di "riciclare" il cassonetto, ma forse sarebbe il caso di etichettarlo correttamente.
Cruna


Poscritto
Inoltre, sarebbe opportuno sostituire gli altri due che, da tempo, versano in condizioni indecenti.


 

20130306_151702
20130306_151702
20130306_151651

 

Amianto in zona Censo, tra Recale e San Nicola la Strada

•E-mail• •Stampa•
•Valutazione attuale•: / 6
•Scarso••Ottimo• 

Pubblichiamo alcune foto che ci sono state inviate qualche giorno fa, riguardano una corposa discarica di amianto in zona Censo nei pressi della cosiddetta ex polveriera, sul confine tra Recale e San Nicola la Strada. L’ennesimo scempio ambientale perpetrato da qualche scellerato. I rifiuti, dalla posizione in cui si trovano, dovrebbero essere sul territorio di San Nicola la Strada, segnaleremo la cosa a chi di competenza sperando che, vista la pericolosità di questi materiali, la zona venga bonificata quanto prima.

Scarica la nostra lettera al comune di San Nicola La Strada


2012-05-08 12.27.29
2012-05-08 12.27.29
2012-05-08 12.28.27
2012-05-08 12.27.58
2012-05-08 12.27.44
2012-05-08 12.27.36
 

Monnezza Tour Recale - Terza Tappa 4/9/11

•E-mail• •Stampa•
•Valutazione attuale•: / 9
•Scarso••Ottimo• 

Quel che resta della piazzetta Padre Pio è uno spettacolo indecente e indegno di un paese civile come il nostro. I continui atti vandalici, accompagnati da una totale assenza delle istituzioni, hanno reso questo angolo del paese, uno dei pochi luoghi di verde pubblico a Recale, malsano e pieno di pericoli per i pochi coraggiosi frequentatori. Tanta sporcizia, escrementi, pneumatici, bottiglie di plastica, schegge di vetro, strutture e giostrine schiantate, i lampioni quasi tutti rotti, pozzetti scoperti pieni di immondizia, fili elettrici in vista, l’erba non cresce quasi più e quella che una volta era una scacchiera è ormai un ammasso informe di erbacce secche e terra. La fontanella è priva del rubinetto e chissà da quanti giorni scarica acqua 24 ore su 24 (la foto è del 4/9), un pugno allo stomaco pensando all’importanza di questa risorsa e ai costi che questo spreco comporterà alla cittadinanza. Questo angolo del paese rappresenta uno spaccato del contesto socio-politico che sta vivendo la nostra comunità. Stiamo perdendo concetti fondamentali come il senso civico e il bene comune, l’individualismo regna sovrano e non ci curiamo più delle conseguenze che le nostre azioni provocano sulle vite degli altri. Sta passando l’idea che il bene pubblico non è più tale, ma qualcosa senza proprietà di cui ognuno può disporre come meglio e peggio crede, tutto tra l’indifferenza generale. Modi di pensare a cui, purtroppo, non sfuggono neanche coloro che hanno la responsabilità di vigilare, custodire e manutenere ciò che è di tutti. Dobbiamo uscire dal torpore e dalla rassegnazione in cui siamo piombati e liberarci dell'idea che “tanto non cambierà mai niente”, il cambiamento è possibile e soprattutto necessario, basta volerlo. Gli amministratori per primi si facciano carico di questi problemi e diano alla cittadinanza un segnale forte di ripresa, cominciando da subito a recuperare il terreno perduto. Il ripristino di questa piazzetta, potrebbe rappresentare l'inizio di una nuova fase, si ridia dignità a questo luogo e lo si restituisca ai cittadini in condizioni decorose e di sicurezza.


 

Monnezza Tour Recale - Seconda Tappa 18/8/11

•E-mail• •Stampa•
•Valutazione attuale•: / 7
•Scarso••Ottimo• 

Prosegue il nostro tour tra le strade periferiche di Recale, luoghi poco battuti oggetto di sversamenti di rifiuti di ogni genere. La seconda tappa ha interessato Via Petrarca e la stradina sterrata che dalla Croce Santa arriva fino a Via Ponteselice, una classica terra di nessuno confine tra Recale e Macerata (a chi toccherà bonificare?), comunque, per maggiore chiarezza, tra le foto troverete la mappa del percorso (in giallo) su cui sono presenti anche i confini amministrativi (in rosso). Le condizioni di questi luoghi sono impressionanti, il degrado regna sovrano e le quantità di rifiuti presenti lascia interdetti. Anche qui c'è una grossa quantità di amianto a cielo aperto, materiale che desta più di qualche preoccupazione. Condanniamo fermamente i responsabili di questo scempio, ma nello stesso tempo chiediamo decisioni incisive all'amministrazione, i luoghi vanno immediatamente bonificati e messi in sicurezza e nel contempo vanno messe in campo tutte le azioni preventive per evitare il ripetersi del problema. Per ora l'unico deterrente è rappresentato dai segnali stradali che vietano l'accesso recitando un “eccetto autorizzati”, soluzione che a quanto pare non ha prodotto grandi risultati. Basta chiacchiere, vi lasciamo alle foto che saranno sicuramente più esaustive. “Buona” visione.

L'album è presente anche sulla nostra pagina Facebook.


 

Monnezza Tour Recale - Prima Tappa 3/8/11

•E-mail• •Stampa•
•Valutazione attuale•: / 7
•Scarso••Ottimo• 

Stamattina, 3 agosto, vista la bella giornata ho deciso di fare un giro in bici, sarà che ho a cuore l'ambiente, saranno i quasi 500 euro di bolletta della spazzatura da pagare in anticipo, sta di fatto che l'occhio è stato molto più attento nel cogliere l'indecenza della nostra periferia. Ho percorso via Rimembranza e mi sono spinto nella stradina verso la "polveriera" (zona Cienso?) fino ad arrivare al confine con San Nicola, le foto di questo album testimoniano quello che ho visto. Un disastro a due passi da casa: copertoni, water, frigo, tv, mobili, e di tutto di più, ma la cosa preoccupante è la presenza di tanto amianto. Provo tristezza e rabbia per i responsanbili di questi scempi e per chi fa troppo poco per evitarli (forse un'isola ecologica qualcosa avrebbe evitato). Nell'album per maggiore chiarezza trovate una mappa con il percorso incriminato, una veduta di Google Earth sulla discarica più grande e una piantina con i confini amministrativi di Recale (il percorso secondo la cartina dovrebbe essere tutto all'interno del nostro territorio). Michele


 

Una discarica nel campo sportivo!

•E-mail• •Stampa•
•Valutazione attuale•: / 4
•Scarso••Ottimo• 

Campo sportivo: una discarica di sfalcio d'erba, ramaglie e rifiuti vari

•Leggi tutto...•
 

Accumuli di rifiuti: Campo sportivo e Via Caserta

•E-mail• •Stampa•
•Valutazione attuale•: / 2
•Scarso••Ottimo• 

All'interno dell'area del campo sportivo di Recale e a via Caserta (alle spalle del parcheggio dell'ufficio postale) sono presenti da mesi accumuli di rifiuti di vario genere.

Guarda le foto
 

Rifiuti per strada: via Napoli, Recale

•E-mail• •Stampa•
•Valutazione attuale•: / 3
•Scarso••Ottimo• 

Vi invio due foto che potete, se ritenete opportuno, pubblicare sul sito di “Cruna”.

Guarda le foto
 


...

Invia anche tu la tua fotodenuncia compilando la scheda qui sotto: la pubblicheremo e ci attiveremo per segnalare il problema. Se hai diverse foto, ti consigliamo di comprimerle in un unico file .zip prima di inviarle. Ti raccomandiamo di descrivere la tua denuncia in maniera chiara e sintetica, evitando frasi offensive: per ottenere risultati occorre agire ed essere in tanti, le parolacce non servono.

NOTA. Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato né utilizzato in alcun modo: ti chiediamo di inserirlo (e di copiare il codice di controllo che trovi in fondo al modulo) solo per prevenire lo spamming.

I campi contrassegnati con [*] devono essere riempiti. Se vuoi restare anonimo, puoi lasciare in bianco il campo "Il tuo nome"

Il tuo indirizzo email [*]
Oggetto [*]
Il tuo nome
TITOLO (argomento della denuncia) [*]
LOCALITÀ (dove hai scattato le foto) [*]
DATA (degli scatti) [*]
Descrivi la tua denuncia
Allega
Per favore, aiutaci a prevenire lo spamhhvbdmtz
 copia qui le lettere che vedi sopra
 invia una copia anche alla tua email
   
 

meno rifiuti più benesere
•Banner•
•Banner•